Perché non mi piacciono le macchinette della biglietteria

Le macchinette della biglietteria sono indubbiamente comode, quando funzionano come dovrebbero, cosa tutt’altro che scontata. Però se ho tempo preferisco fare il biglietto o l’abbonamento allo sportello, non tanto per avversione nei confronti della tecnologia, ma piuttosto per le scenette e i siparietti cui è possibile assistere mentre si fa la coda. E’ parecchio diffusa, infatti, la consuetudine di raccontare all’impiegato della biglietteria i propri affari, forse perché in questi tempi moderni, i tempi della comunicazione, dei social network, di Facebook, quello che manca è proprio un essere umano con cui parlare, in senso fisico intendo.

Come dicevo, è tipico, allo sportello della biglietteria, vedere persone che si sentono in dovere di spiegare per filo e per segno il perché e le modalità del loro viaggio all’impiegato. Ad esempio, stamani alle sette e dieci di una nebbiosa mattina di gennaio, mentre sono ancora tra il sonno, in coda per fare l’ennesimo abbonamento, assisto a questo dialogo un po’ surreale tra una pimpante signora e un rassegnato impiegato Trenitalia.

“Buongiorno, vorrei un biglietto andata e ritorno per Empoli… senta, sa mica se c’è un treno da Empoli a Pisa verso le undici e un quarto?”

“Signora, ce n’è uno alle 10.58 e uno alle 11.38”

“Mmmhh… con quello delle 10.58 non ce la faccio, sa, devo andare all’ospedale a trovare la mia cognata che s’è operata al femore, è cascata dalle scale, povera donna, ha 87 anni ma vive da sola, perché il su’ figliolo non la vuole in casa…Veramente non è il su’ figliolo, che poi sarebbe il mi’ nipote, ma è quella strega della su’ moglie, che pensa solo a andare dal parrucchiere e in palestra e aspetta solo che quella povera donna muoia per prenderle la casa. Con tutti i sacrifici che ha fatto!”

“Andata e ritorno per Empoli, sono 7 euro e 50, signora”

“Grazie, via allora prenderò quello delle 11.38, così faccio in tempo a passare anche a trovare quella mia amica che ha il negozio in via Roma.. Vedesse che bella roba che ha! Tutti capi italiani, mica quei troiai che si trovano dai cinesi.. L’anno scorso ho comprato un cardigan beige, le farei vedere come era bello, e come mi stava! E il materiale, leggero e caldissimo”

“Ecco il biglietto signora”

“Grazie, mi scusi, ma da che binario parte? Perché sa, io non sono tanto pratica, non lo prendo mai il treno, di solito prendo la macchina, ma per l’appunto oggi s’è rotta e ce l’ho dal meccanico.. Che ci vuole fare, ha quindici anni poveretta.. Me l’ha comprata il mio povero marito due anni prima di morire, gli piaceva tanto quella macchina.. E anche io ci sono affezionata, anche se è vecchia e bisogna che mi decida a cambiarla. Potevo chiedere alla mi’ figliola di accompagnarmi, ma anche lei è piena di impegni, con il bambino piccino da portare all’asilo, la spesa, oggi poi aveva anche da andare dal dentista..”

“Al binario cinque, tra tre minuti signora, vada sennò lo perde”

“Grazie tanto, lei è proprio gentile, è raro sa trovare persone gentili allo sportello, l’altro giorno ero alla posta per prendere la pensione, c’era una signora così acida e maleducata… Arrivederci e buona giornata!”

“Arrivederci signora e buon viaggio”

All’inizio della mia vita da pendolare questi episodi mi facevano perdere la pazienza, però con il tempo ho imparato a tollerarli e perfino ad apprezzarli. E’ vero, si perde tempo, ma tempo per che cosa? Per stare davanti a un computer a fissare sullo schermo numeri che si rincorrono? Ogni tanto fa bene anche un’estemporanea chiacchierata umana, che metta in moto le corde vocali, e non digitata sui tasti di un pc. Anche con una persona che non conosci, per ascoltare i suoi problemi, di cui non ti interessa niente, è vero, o magari per sfogarti dei tuoi, sapendo che quello che ti dirà sarà per forza di cose disinteressato e quindi genuino e sincero. Un po’ come una boccata d’aria in una vita prevalentemente in apnea.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...